Constatazione E

Dal piano di gestione e dalla Carta del Parco si evince l’intenzione dichiarata di annettere la Valle Rovana per assicurare la continuità territoriale con il comune di Bosco Gurin. I promotori auspicano che il processo di aggregazione comunale in corso possa favorire questa annessione, aumentando in tal modo le zone in cui le libertà individuali saranno limitate. A titolo informativo ricordiamo che i comuni della valle Rovana e Cevio avevano già chiaramente espresso il loro dissenso a suo tempo.

Domanda E1: Come mai questa intenzione di espansione non è mai stata menzionata nelle presentazioni pubbliche?

Domanda E2: Come mai le risposte alle nostre precise domande in merito sono state o evasive o addirittura di diniego di tale eventualità che figura invece nero su bianco nell’elenco degli obiettivi strategici ed è stata addirittura riportata nei documenti del piano direttore cantonale?

Domanda E3: I responsabili di quei comuni sono stati avvisati dai promotori del PNL di tale obiettivo strategico? È ammissibile che i promotori si permettano di auspicare un rovesciamento manu militari della volontà espressa nel 2010?