Conclusioni sul documento in consultazione (v. 27.7)

Per concludere, mi sento di rinnovare l’ammirazione e il rispetto per il lavoro svolto dai promotori ed un plauso per la loro determinazione. Detto ciò, devo comunque ripetere che l’analisi delle incongruenze scientifiche e socio-economiche che emergono direttamente dal PDG unitamente ad alcune problematiche serie che non sono state dovutamente sottolineate nello stesso, portano alla conclusione che il territorio prescelto non è assolutamente idoneo alla realizzazione di un Parco Nazionale. Emerge inoltre che il progetto così come formulato non porta alla popolazione residente ed al territorio incluso vantaggi superiori a quelli ottenibili con strumenti e misure più tradizionali che non incidono sull’autonomia decisionale degli enti e delle persone coinvolte.

Perciò la scelta oggettiva che si può consigliare alla popolazione per la votazione prevista per l’estate 2018 mi sembra che porti a un chiaro diniego a un progetto che presenta troppe lacune, troppe criticità e troppe incertezze per venire avallato.

Rimanendo nel campo delle posizioni emotive, mi rimane infine una domanda-chiave accompagnata da tre domande di corollario che invito ognuno di noi a porsi seriamente.

– La domanda fondamentale è: perché dopo la debacle del Parc Adula in Svizzera non c’è più traccia di altri progetti di parco nazionale che vengono portati avanti con altrettanto fervore?

– La domanda corollario n. 1 è: Oltre al già citato fallimento del progetto Parc Adula, che fine hanno fatto i progetti “Muverans”, “Cervino”, “Maderanertal” inizialmente decantati da ProNatura ma di cui non si è più sentito parlare e che sono scomparsi dalla cartina della rete dei parchi svizzeri?

– La domanda corollario n. 2 è: Considerate le disavventure citate: dobbiamo considerarci con questo progetto gli unici e ultimi visionari coraggiosi oppure siamo semplicemente gli unici e ultimi illusi e sprovveduti?

– La domanda corollario n. 3 è: Viste le numerose problematiche generate da un impegno per un parco nazionale, perché non optare invece per un parco naturale regionale o a un parco peri-urbano (come i casi delle candidature di Sciaffusa o di Jorat?).